Salon des Montagnardes

C’è una parola al mondo che contiene tante lettere quante sono i giovani che espongono le proprie opere al “Salon des Montagnardes”, tale parola è ARTISTA. È una parola che suscita in tutti noi qualcosa: felicità, curiosità, amore. Tutti noi abbiamo almeno un artista nel quale ci riconosciamo perché ci parla direttamente al cuore, ebbene a questi spero si aggiungano anche i 7 giovani (Davide Nicoli, Mariana Kolosha, Kristina Kolosha, Noemi Canovi, Alessia Paganini, Sabrina El Kouaissi e Klajdi Kezi) che dal 5 ottobre, fino al 4 novembre, sono in mostra nel piccolo e accogliente foyer del Teatro Bismantova.  

Ognuno di loro adotta una tecnica diversa: dal tradizionale disegno a matita e carboncino all’illustrazione digitale, passando per acquarelli, colori ad olio e street art. Tra i variegati stili adottati, in realtà possiamo leggere qualcosa di chi l’ha realizzata: se nelle pennellate riusciamo a cogliere le emozioni che l’artista provava, nell’illustrazione digitale possiamo vedere l’impegno e la difficoltà nel realizzare un’opera del genere. Ora che ho suscitato in voi la curiosità necessaria con la quale bisogna presentarsi davanti a tutte le novità, vi invito a venire e a vedere con i vostri occhi ciò che loro, prima di tutto, hanno visto con il cuore.

La mostra è nata per aiutare gli artisti a farsi conoscere e per dare l’opportunità di capire le passioni, i passatempi e le capacità dei giovani che abitano il nostro Appennino e soprattutto a dimostrare che in montagna esistono la voglia di fare e l’innovazione.
Gli orari per visitare la mostra sono gli stessi del teatro Bismantova. Per maggiori informazioni, chiamare il curatore della mostra Thomas Predieri al numero 333 4533667

Sabrina e Thomas

Leave a reply